05 novembre 2005

Steve Lawler


Steve Lawler, inglese nato a Birmingham, uno che comprava assiduamente i dischi dei Depeche Mode non può che essere un gran intenditore di musica elettronica. Iniziò a 17 anni ad utilizzare una consolle ai raves, famoso quello del tunnel M42 Motorway che si dice sia stato bloccato dalla polizia. Steve negli anni '90 si trasferisce ad Ibiza dove ottiene la recidency al Cafè Mambo con set di 7 ore, il soggiorno verrà premiato con una capatina al Pacha e con la conoscenza di Darren Hughes, promoter del Cream (ora We Love, Homelands): la notte di Liverpool diventa sua. Sempre grazie a Hughes nel '99 conquista ad Ibiza l'appellativo di "The King of Space" per la sua recidency nel club di Elvissa. Alla fine degli anni '90 inizià a confezionare le compilations Dark Drums e ad avere un successo mondiale lanciando la sua idea di sonorità "sexy-dark"nei mix di Lights Out per Global Underground nel 2002. Più che famose le sue recidency in svariati club, i suoi tour in nord America e le sue serate allo Space di Ibiza.

Artist/Production

  • Andante
  • Rise 'In
  • Rainmaker
  • Home

Mix CD/Album

  • Lights Out 3
  • Lights Out 2
  • Lights Out
  • Dark Drums 2
  • Nu Breed
  • Dark Drums

Remix

  • Neve - Sacrifice My Love
  • Phreak Project - Beat of A Drum
  • Cevin Fisger - Love Some More
  • BT - Bt Never Gonna Come Back Down
  • Soul Providers - Rise
  • Trisco - Musak
  • Musique Vs. U2 - New Years Dub
  • Bub Pistols - Official Chemical
  • Silicone Soul - Right On

Etichette:

1 Comments:

Anonymous Anonimo said...

l'ho ballato in piramide.... paura!!!

4:37 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home